Under Armour è prodotto in Cina o negli Stati Uniti? | Dove produce Under Armour i suoi capi di abbigliamento?

da Dwain

Under Armour, the brand that nearly every athlete swears by, is honestly one of the best when it comes to sportswear and athleisure wear.

Originating in Maryland, US, Under Armour has reached every corner of the globe with their sports gear and clothes. But is Under Armour made in China or the US?

In this article, we will learn where Under Armour manufactures their clothes and we’ll also find out how they’re able to manage factors like quality, ethics, and their environmental impact.

So, lace up and get ready to discover the true birthplace of your favorite Under Armour threads.

Leggi anche: Dove sono prodotte le scarpe Asics? | Sono prodotte negli Stati Uniti o in Cina?

Under Armour è prodotto in Cina o negli Stati Uniti?

Fondata nel 1996 nel Maryland, Under Armour ha intrapreso un percorso iniziato con le magliette da calcio, che ora fa concorrenza a giganti come Nike e Reebok. 

Mentre la sede centrale rimane negli Stati Uniti, la storia della produzione è più complessa. Un segmento consistente delle sue calzature trova la sua origine in Cina, Indonesia e Vietnam, con un notevole spostamento verso il Vietnam negli ultimi tempi. 

L'abbigliamento, nonostante le radici americane del marchio, è prodotto prevalentemente in Cina e in altri Paesi orientali. 

Il marchio, con la sua vasta rete di produzione globale in 154 Paesi, sta elaborando una strategia che punta maggiormente su pratiche di lavoro etiche e sulla trasparenza, garantendo qualità e integrità dei suoi prodotti.

Chi ha fondato Under Armour?

Kevin Plank

Fondato da Kevin PlankNel 1996, Under Armour, ex fullback dell'Università del Maryland, ha iniziato il suo percorso producendo magliette di cattivo gusto per i giocatori di football. 

Il marchio, con sede a Baltimora, nel Maryland, si è espanso in modo esponenziale sin dalla sua nascita, sfidando giganti del settore come Nike e Reebok.

Dove produce i suoi capi Under Armour?

Under Armour, un marchio rinomato nel settore dell'abbigliamento sportivo, ha una rete di produzione davvero globale, che si estende in oltre 154 paesi. 

Questa vasta rete dimostra l'impegno del marchio nel soddisfare le richieste della sua base di consumatori internazionali, oltre che nell'ottimizzare i costi di produzione e la logistica.

LEGGI  Abbiamo trovato questi 8 trucchi di bellezza virali su TikTok, ma sono sicuri da provare o dovreste evitarli?

Per quanto riguarda la linea di calzature, i principali centri di produzione sono storicamente la Cina, l'Indonesia e il Vietnam. 

Tra questi, la Cina era un attore importante. Negli ultimi tempi, però, si è assistito a un notevole cambiamento, dovuto sia alle preoccupazioni dei consumatori riguardo agli standard etici del lavoro, sia alle decisioni strategiche del marchio stesso. 

Il Vietnam, un tempo punto di riferimento per la produzione di calzature, sta ora emergendo come centro nevralgico per la produzione di abbigliamento del marchio.

Per quanto riguarda l'abbigliamento, il marchio è nato e ha sede negli Stati Uniti, ma la maggior parte dei suoi capi non è prodotta in patria. Al contrario, questi prodotti sono in gran parte fabbricati in Cina e in vari altri Paesi orientali. 

Detto questo, mentre stiamo entrando nel 2023, Under Armour ha intrapreso un riorientamento strategico. Il marchio è con l'obiettivo di ridurre la sua dipendenza dalla Cina per la produzione di abbigliamento e ha definito un piano per trasferire un volume significativo di produzione in paesi come l'Indonesia, le Filippine e la Cambogia.

Questo cambiamento è emblematico della capacità di adattamento del marchio, che risponde non solo a fattori geopolitici ed economici, ma anche all'evoluzione delle esigenze e delle preoccupazioni dei suoi consumatori globali. 

Under Armour è prodotto in Cina?

Storicamente, Under Armour ha fatto molto affidamento sulle fabbriche cinesi sia per le materie prime che per la produzione finale dei suoi prodotti. Dai tessuti all'abbigliamento sportivo finito, il ruolo della Cina nel plasmare l'inventario del marchio è stato innegabile.

Tuttavia, le recenti decisioni strategiche segnalano un cambiamento di direzione per Under Armour. L'azienda è ora decisa a ridurre la sua dipendenza dalla produzione cinese. 

L'obiettivo? Ridurre l'approvvigionamento di materiali dalla Cina a soli 7% nel prossimo futuro. Ma cosa sta spingendo questo cambiamento significativo?

Sono diversi i fattori che entrano in gioco. Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno messo in evidenza la vulnerabilità di un'eccessiva dipendenza dalle capacità produttive di un solo Paese. 

Inoltre, anche il fiorente movimento del "Made in America" ha fatto la sua parte, invitando i marchi a riportare una parte maggiore della loro produzione in America, sia come garanzia di qualità che come impegno per la crescita economica nazionale.

Under Armour segue pratiche di produzione etiche?

I marchi con una portata globale, come Under Armour, devono inevitabilmente affrontare un esame su questo fronte, data la diversità degli standard di lavoro nelle diverse nazioni.

LEGGI  Le migliori giacche da uomo a buon mercato su Aliexpress 2023 | Aliexpress Giacche Recensione

La produzione di Under Armour è diversificata, con unità distribuite in diversi Paesi orientali. Storicamente, queste regioni sono state sottoposte al microscopio per le pratiche scorrette in materia di lavoro, soprattutto per quanto riguarda gli sweatshop.

Tuttavia, Under Armour rappresenta un'eccezione rispetto a molti dei suoi concorrenti. Mentre numerosi colossi dell'abbigliamento hanno dovuto affrontare controversie relative al lavoro nei laboratori di sudore, Under Armour è riuscita a evitare scandali importanti.

Detto questo, vale la pena di notare che sono state sollevate preoccupazioni riguardo alla trasparenza dei processi produttivi del marchio. 

La completa trasparenza è fondamentale per garantire che ogni aspetto della produzione, dall'approvvigionamento dei materiali alla cucitura finale, sia conforme agli standard etici. 

Per un marchio del calibro di Under Armour, questo comporta una serie di responsabilità: dall'assicurare che i lavoratori siano pagati in modo equo, al garantire condizioni di lavoro sicure e umane nelle loro fabbriche.

Quindi, Under Armour segue pratiche di lavoro non etiche? Sulla base delle prove disponibili, il marchio ha compiuto sforzi concertati per mantenere gli standard etici.

Tuttavia, come molte entità globali, la richiesta di una maggiore trasparenza nelle sue operazioni rimane, garantendo che ogni fase della sua catena di produzione sia in linea con gli standard etici globali.

Dove si trovano le fabbriche di Under Armour?

La produzione di Under Armour non è limitata a poche sedi. La scelta dei luoghi di produzione gioca un ruolo fondamentale nel determinare l'efficienza, l'economicità e persino l'impatto ambientale del processo produttivo. 

Per chi volesse capire l'intricata matrice della rete produttiva di Under Armour, ecco cosa sono riuscito a trovare.

Dominanza della produzione panasiatica L'Asia occupa un posto di rilievo nella mappa produttiva di Under Armour. 

Con una colossale 65% della sua produzione radicata in questo continente, è chiaro che paesi come la Cambogia, il Vietnam, le Filippine e l'Indonesia giocano un ruolo fondamentale nella formazione dell'inventario del marchio. 

Ognuno di questi Paesi vanta una combinazione unica di manodopera qualificata, infrastrutture e posizione strategica che li rende interessanti per la produzione di abbigliamento.

LEGGI  Come rintracciare il vostro ordine di Temu | Guida completa alla spedizione e al tracciamento 2024

Una base di fornitori diversificata Al di là dei centri di produzione primari, Under Armour si è assicurata una base di fornitori diversificata per rafforzare la resilienza della sua catena di approvvigionamento.

I principali fornitori sono situati strategicamente in Malesia, per garantire un facile accesso ai mercati del Sud-Est asiatico, in Cina, con la sua impareggiabile scala produttiva, a Taiwan, nota per le sue innovazioni tecnologiche, e in Messico, che offre la vicinanza al vasto mercato nordamericano.

Portata globale con focus specifico Sebbene i centri di produzione primaria siano essenziali, il vantaggio globale di Under Armour è ulteriormente rafforzato da impianti specializzati di dimensioni minori situati in diversi continenti. 

Queste fabbriche, che si trovano in Paesi diversi come Brasile, Egitto, Israele e Madagascar, si concentrano sulla realizzazione di specifiche categorie di prodotti. 

Questa specializzazione non solo garantisce la qualità, ma introduce anche efficienze nella produzione concentrando le competenze.

Una solida base nelle Americhe Le Americhe, sia centrali che settentrionali, rivestono un ruolo importante nella produzione di Under Armour. 

L'America Centrale, con la sua posizione strategica e il suo settore manifatturiero in crescita, rappresenta il 14% della produzione del marchio. 

Nel frattempo, il Messico, con la sua miscela di manodopera qualificata e vantaggi logistici dovuti alla vicinanza agli Stati Uniti, contribuisce con 5%.

Conclusione

Riflettendo sul percorso di Under Armour, è evidente che il marchio attribuisce un'importanza fondamentale al benessere dei suoi clienti e dei suoi dipendenti. 

Le loro misure proattive per favorire la sicurezza degli ambienti di lavoro, unite a una spiccata sensibilità alle richieste del mercato, la dicono lunga sulla loro dedizione. 

Lo spirito innovativo del marchio traspare da prodotti come Coldblack, realizzato per regolare la temperatura degli atleti, e dall'integrazione pionieristica di moduli Bluetooth nelle calzature. 

In vista del 2023, Under Armour rimane fedele al suo obiettivo: offrire capi di abbigliamento sportivo eccezionali, abbracciando con fermezza standard di produzione etici e trasparenti.

Correlato



Messaggi correlati

/* */

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina

it_ITItalian